Il card. Scola prende una decisione storica in merito al Seminario

Nella mattinata dell’8 maggio il card. Angelo Scola si è portato presso il Seminario Arcivescovile di Venegono Inferiore (VA) per partecipare, come vuole la tradizione ambrosiana, alla Festa dei Fiori, o, meglio alla festa della Madonna dei Fiori, una celebrazione che cade sempre in prossimità al 13 maggio (apparizioni di Fatima) e presenta ufficialmente alla Diocesi i candidati al sacerdozio. In tale occasione si festeggiano anche gli anniversari di sacerdozio.

 

Intervento del card. Angelo Scola al convegno della Fondazione Centesimus Annus-Pro Pontifice presso l’Università Cattolica di Milano, 4 maggio 2012 – “Crescita economica, sviluppo umano, valori spirituali”


Crescita economica, sviluppo umano, valori spirituali: la triade, che gli organizzatori del convegno mi hanno chiesto di sviluppare, mette sinteticamente in campo la necessità di ripensare i paradigmi che hanno finora regolato la vita economica attraverso una ricentratura antropologica. È infatti evidente che i modelli economici più affermati, sbilanciati sulla crescita economica e fondati sull’idea di uno sviluppo lineare inarrestabile, non siano riusciti a mantenere le proprie promesse. (…).

Il card. Scola incontra i quattordicenni al Sacro Monte di Varese – 5 maggio 2012


Una violenta grandinata non ha macchiato la gioia di oltre 4000 ragazzi di terza media che sono saliti, recitando il S. Rosario, verso il santuario del Sacro Monte di Varese per ascoltare, come vuole la tradizione ambrosiana, l’esortazione dell’arcivescovo. Il cammino della professione di Fede è recente e consiste nel guidare i ragazzi del post-Cresima ad una dichiarazione pubblica di appartenenza alla comunità cristiana, celebrata in genere nell’ultimo anno delle scuole secondarie di primo grado.

Omelia della Messa crismale. Duomo di Milano, Giovedì Santo 5 aprile 2012 “La missione assume i tratti della nuova evangelizzazione”


«Sic haec dies festa nobis»: “Questo sia per noi un giorno di festa”. Così canteremo tra poco con l’inno O Redemptor, sume carmen mentre verranno portati, insieme al pane e al vino, i vasi contenenti gli oli. Nell’odierno sacrificio eucaristico, in cui si innesta la benedizione del crisma, facciamo memoria del dono di essere costituiti come popolo sacerdotale, come famiglia dei figli di Dio. (…).

Lettera ai fedeli ambrosiani in vista del VII Incontro mondiale delle famiglie

Carissimi, nell’imminenza del VII Incontro mondiale delle famiglie voglio rivolgermi a ciascuno di voi per richiamare ancora una volta il significato di questo decisivo evento ecclesiale. Nel contesto sociale e culturale attuale, l’Incontro mondiale delle famiglie è per le nostre comunità e per tutti noi un’occasione unica e preziosa per riconoscere e rendere chiara testimonianza…