La classe dominante

Giovanissimo Angelo Codevilla parte da Voghera, diventa ufficiale nella Marina Militare statunitense, opera nell’Intelligence, fino a diventare, nel 1980, uomo di fiducia di Reagan. A lui si deve anche l’idea dello scudo spaziale che fu fattore determinante per sconfiggere l’Impero del Male.

Papa Francesco. Il nuovo Papa si racconta.

Il 13 Marzo 2013 viene eletto al soglio pontificio il nuovo successore di Pietro. “Nuntio vobis magnum gaudium: habemus Papam!”. La folla dei presenti e la moltitudine dei fedeli, rimasti a casa incollati al televisore o, in viaggio, alle radio, aspettano trepidanti di sapere chi sia il nuovo vescovo di Roma. Tra lo stupore di tutti, viene fatto il nome di Jorge Bergoglio. I giornalisti, attoniti, si tuffano nella frenetica ricerca di qualche dato in più sul cardinale che, inaspettatamente, il conclave ha scelto.

La bellezza salverà il mondo

Ho appena finito di leggere un libro coraggioso : La bellezza salverà il mondo di Giovanni Fighera. La copertina del libro raffigura il celebre Giudizio Universale di Michelangelo Buonarroti nella Cappella Sistina a Roma, dove il 21 novembre 2010, Benedetto XVI ricevendo gli artisti ha fatto un bellissimo discorso che suggerisco all’editore Cesare Cavalleri di pubblicare magari in una seconda edizione del libro di Fighera.

Omosessualità Controcorrente. Vivere secondo la Chiesa ed essere felici

Omosessualità controcorrente è una riflessione che in modo provocatorio e schietto affronta le principali domande legate al desiderio omosessuale. Che cos’è? E’ innato? Come affrontarlo? Se assecondato può portare alla felicità? Qual è l’opinione della Chiesa Cattolica al riguardo?

A queste e a numerose altre questioni risponde Philippe Arino, personalità paradossale, che riconosce la propria appartenenza al mondo e alla cultura omosessuali e di questi propone un’analisi decisamente anticonformista. L’autore rifiuta la visione contemporanea di un mondo diviso tra “gli omosessuali” e “gli eterosessuali” in quanto la sola divisione fondante della vita umana è data dalla differenza dei sessi e non dalla differenza riferita all’orientamento sessuale. In questi termini l’omosessualità è proprio considerata il segno del rifiuto violento dell’unica differenza antropologica dell’essere umano: quella tra uomini e donne.