I cattolici contro l’unità d’Italia? L’Opera dei Congressi (1874-1904)

Il cliché storico convenzionale vuole che l’unità politica del nostro paese sia stata avversata ferocemente dai cattolici italiani, trincerati in difesa dei diritti del Pontefice, ciecamente proni ai voleri di chi voleva solo mantenere il suo dispotismo temporale sulle popolazioni di mezza Italia per pure ragioni di potere clericale.

18 aprile 1948. L’«anomalia» italiana

Le elezioni politiche del 18 aprile 1948 segnarono chiaramente «la volontà del Paese di appartenere alla civiltà occidentale e cristiana e il suo rifiuto del socialcomunismo espresso dal Fronte popolare» (p. 7). L’Istituto Storico dell’Insorgenza e per l’Identità Nazionale (Isiin), l’Istituto di Storia Moderna e Contemporanea dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi milanese hanno ricordato l’evento in un convegno che si è svolto a Milano il 3 e il 4 dicembre del 2004.

Sentinelle contestate a Bergamo. Oltre a non poter parlare, non si può più nemmeno stare in silenzio?

Articolo di Emanuele Boffi pubblicato su “Tempi.it” lunedì 11 novembre 2013. Oltre a non poter parlare, non si può più nemmeno stare in silenzio? È la domanda che si fanno le Sentinelle in piedi dopo la contestazione subita da un gruppo Lgtb a Bergamo dove sabato è stata organizzata una veglia. Le sentinelle, che avevano preventivamente avvisato la questura…